ALLA RICERCA DEL POLMONE VERDE DI DUBLINO

CERCANDO L’ANGOLO DI PARADISO…

17

Girare per una citta’ puo’ essere molto stressante, soprattutto se si parla della capitale: provate a pensare di trovarvi in una citta’ come Dublino e di voler trovare un bel posto dove potervi rilassare per un pomeriggio o un paio d’ore… camminando per la citta’ vedete molti parchi, ma nessuno di questo e’ quello giusto… ma poi vedete lui ed e’ amore a prima vista: Phoenix Park.

Questo parco e’ situato a 3 kilometri a nord-ovest di Dublino e si estende per 700 ettari ed e’ delimitato da una cinta muraria di 16 kilometri. Il nome deriva dal Gaelico “fhionn uisce” e vuol dire “acqua pulita, limpida“.

Rimarrete stupiti dalla vastita’ di questo luogo, infatti e’ il piu’ grande parco urbano d’Europa. Il mio consiglio per godervi questo parco e’ quello di affittare una bicicletta che trovate subito all’entrata del parco, dato che e’ cosi esteso riuscirete ad addentrarvi nei sentieri piu’ belli alla ricerca dei famosi cerbiatti che convivono tranquillamente con i passanti. Quando ho visto questi splendidi animali sono rimasta sorpresa dalla loro bellezza e calma che ti trasmettono e possiamo dire che sono diventati la maggiore attrazione del parco!

1629

Personalmente ho trovato questo parco davvero molto bello e affascinante, in ogni angolo c’e’ qualcosa da scoprire di meraviglioso. Beh, voi direte “e’ solo un parco!” e anche pensavo la stessa cosa, ma quando ho scoperto tutte le sue mille sfaccettature mi sono ricreduta. Ecco a voi alcune chicche su questo luogo: innanzitutto e’ stato costruito nel 1662 dal Duca di Ormond. Oggi al suo interno vi e’ l’antica residenza del Segretario di Stato di Irlanda che oggi e’ dimora dell’ambasciatore statunitense d’Irlanda.

Un’attrazione molto nota e’ lo zoo che occupa circa 28 ettari all’interno del parco e a proposito di questo zoo c’e’ una leggenda che dice che il famoso leone Cairbhe, logo di MGM film studios, sia proprio nato in questo parco e successivamente rinominato Leo.

Ma andiamo avanti…

Impossibile non vedere il mastodontico monumento a Wellington, un obelisco alto circa 63 metri eretto in memoria di Sir Arthur Wellington, vincitore di Waterloo.

30

Dirigendovi verso l’estremita’ nord-occidentale del parco troverete la piu’ antica costruzione del parco, Ashton Castle, una torre fortificata su 4 livelli risalente all’inizio del XV secolo.

Insomma come potete vedere non e’ solo un semplice parco, ma racchiude in se’ molti segreti tutti da scoprire… quindi cosa aspettate ad affittare una bici e addentrarvi nel “polmone verde” di Dublino? 🙂

 

Taggato con:
Pubblicato in BLOG

UN VIAGGIO ATTRAVERSO LA MUSICA D’IRLANDA

Pub in Temple Bar

Per parlare della musica irlandese e capire la sua importanza basta anche solo vedere che il simbolo nazionale e’ proprio l’arpa celtica. Ma per addentrarsi totalmente in questa atmosfera recatevi nella zona top di Dublino per quanto riguarda la musica folk: Temple Bar. Come tutti sanno questa zona viene chiamata cosi’ proprio per la presenza del famoso pub rosso “Temple Bar”, ed e’ una delle zone piu’ vive ed elettriche della citta’, soprattutto dopo le 5 del pomeriggio, quando gli irlandesi finiscono di lavorare e si recano in un pub a bere una pinta di Guinness e godersi della buona musica dal vivo.

Temple Bar

Quando passeggiate per questo splendido quartiere dai colori vivaci verrete travoli dal suono del violino, della chitarra e dalle voci melodiche… percio’ lasciatevi trasportare da questa melodia ed entrate in un pub per godervi al meglio l’atmosfera irlandese e addentratevi nella storia della musica irlandese…

… il forte e appassionato rapporto che lega gli irlandesi alla musica folk affonda le sue radici nella storia stessa irlandese: le canzoni venivano infatti utilizzate come mezzo principale per raccontare, tramandare, e far viaggiare velocemente per tutta la nazione non solo le gesta degli eroi, ma anche la vita di tutti i giorni. La musica veniva usata come mezzo di denuncia e rivolta, infatti i temi principali sono l’oppressione, la carestia, e le peripezie di eroici connazionali.

Questa tradizione musicale non e’ mai stata spezzata, ma e’ stata sempre portata intatta fino ad oggi, con stessi strumenti, voci e testi. Infatti il pub riveste un ruolo molto importante nella nascita di nuovi gruppi appunto perche’ e’ il loro trampolino di lancio.

Temple Bar

Anche se passeggiate per le vie del centro troverete molti artisti di strada che suonano l’arpa, violini, chitarre, e benjo.

Personalmente ero davvero curiosa di scoprire questa musica irlandese tanto rinomata e ne sono rimasta stupita, in quanto ha una capacita’ di coinvolgerti che e’ stupenda, a partire dal suono a finire con la danza, nella quale ti trovi coinvolta dopo poco, abbracciata ad un gruppo di persone che ballano tutte insieme.

E’ davvero un’esperienza unica! Lasciatevi coinvolgere da questa atmosfera di festa irlandese e gustatevi la vostra pinta di birra! 🙂

Pubblicato in BLOG

Una Piccola Dublino Tutta da Scoprire

CORK: CTHE REAL CAPITAL…

13

Se vi piace Dublino e ne siete affascinati, allora non potete perdervi la magnifica citta’ di Cork, nel sud dell’Irlanda.

La gente del luogo ama definirla come ‘la vera capitale d’Irlanda’ perche’ offre la vera atmosfera irlandese, quella pura. Infatti non appena si mette piede nella citta’ subito si puo’ notare un’atmosfera tranquilla, pacifica e piacevole, quasi fosse finta.

Il viaggio per arrivare li’ e’ lungo, circa tre chilometri, ma ne vale assolutamente la pena. Una volta arrivati, subito si respira la storia di questo luogo, molto importante dal punto di vista marittimo, grazie al suo grande porto.

Si dice che perdersi sia il miglior modo per conoscere un posto, allora perdetevi e lasciatevi trasportare dalla curiosita’ tra le viette incantevoli di questa citta’. Rimarrete stupiti dai colori vivaci, dalla musica degli artisti di strada, e dai vari profumi che arrivano dai ristoranti tipici.

English Market, Cork

A proposito di cibo: se siete amanti della cucina e delle buone forchette allora non potete perdervi l’English Market, meta fondamentale per chi e’ alla ricerca di prodotti locali. Potrete perderdervi tra i colori, gli odori, il dolce, il salato, e assaggiare molte specialita’ come le uova al burro, pesce fresco, salumi, formaggi, pane, prodotti tipici come la trippa e il sanguinaccio.

Ma ora spostiamoci un po’ piu’ in la’: quello che non potete non vedere e’ la cattedrale di San Finbar, una maestosa imponente struttura gotica che vi lascera’ a bocca aperta. Potete ammirare tutti i minimi dettagli che la compongono e perdervi nei vari ornamenti. La Cattedrale di San Finbar è dedicata al patrono della città di Cork e si trova nel centro cittadino ed è il centro religioso della diocesi di Cork. Progettata dall’architetto William Burges.
La cattedrale neogotica, consacrata nel 1870, contiene più di 1.260 sculture, un pulpito particolarmente ornato e si presenta con un massiccio utilizzo del marmo.

Cattedrale di San Finbar, Cork

Direi che questo e’ il posto ideale dove passare una bella domenica soleggiata in compagnia, no?

Il nostro team vi aspetta per portarvi alla scoperta di questa piccola gemma d’Irlanda! 🙂

Fiume Lee, Cork

Pubblicato in Non categorizzato

Un Piccolo Angolo di Paradiso sulle Coste dell’Irlanda

SCOPRENDO L’IRLANDA…

1

Normalmente i turisti che viaggiano in tutto il mondo tendono ad andare a visitare grandi citta’, molto confusionarie, rumorose e piene di smog…

.. ma avete mai pensato di scappare dal trambusto della citta’? scappare dai grandi palazzi, smog, confusione, posti affollati per respirare un po’ di aria pulita e vedere solo la natura intorno a voi?

beh, se viaggiate in Irlanda siete nel posto giusto. Ovviamente l’Irlanda e’ famosa per i suoi paesaggi verdi e sconfinati dove domina il nulla assoluto.. ma spesso questi posti sono mete turistiche molto famose e quindi affollati.. ma se comunque volete godervi questo splendido paese e per un giorno essere fuori da tutto basta solo spostarsi di una ventina di chilometri dal centro e vi troverete in un paradiso!

Personalmente ho trovato questo posto un piccolo angolo di paradiso dove passare una giornata di relax e godersi il panorama magnifico d’Irlanda.

Di quale posto sto parlando? ovviamente di Howth. Questo luogo fantastico, che originariamente era un villaggio di pescatori, tutt’ora conserva le caratteristiche di una vecchia cittadina di mare tranquilla e molto accogliente. Howth è un sobborgo di Dublino che si trova sulla penisola di Howth Head ed e’ collegata al resto di Dublino attraverso una stretta striscia di terra da Sutton Cross.

porto della citta' di Howth

Si puo’ ammirare il paesaggio gia’ dal treno che da Dublino ti porta direttamente a Howth, ma una volta arrivati la’ si puo’ respirare subito l’atmosfera pacifica.

la prima cosa che si nota e’ un bellissimo e piccolissimo mercato alimentare dove si possono assaggiare molteplici pietanze diverse, dai dolci al salato, al fritto.. cose che ti fanno venire l’acquolina alla bocca! ottimo per una pausa pranzo. ma se volete davvero gustarvi la specialita’ di questo luogo allora dovete andare da Beshoff Bros, posizionato proprio davanti al mare, il quale ha avuto anche un certificato di eccellenza da TripAdvisor.. per cui non potete perdervelo!

Food Market, Howth

fish and chips, Howth

Ma ovviamente la parte che piu’ vi entusiasmera’ e’ il paesaggio che si puo’ vedere camminando lungo il sentiero delle scogliere.. bisogna solo inziare a salire e salire dal porto, lungo la stradina che si affaccia sulla costa..

Seguendo il sentiero si puo’ gia’ godere dell’odore di salsedine e di un’aria piu’ pulita.. e una volta arrivati in cima la vista e’ mozzafiato.. ci si sente in bilico tra la distesa di acqua e la distesa di verde e l’unica cosa che si puo’ fare e’ sedersi e godersi il panorama in silenzio e lasciarsi trasportare da tutto quello che ci circonda..

4

Lungo la costa si puo’ fare una passeggiata sul sentiero che porta al faro, immersi nella natura di questo luogo.. colori fantastici ti circondano, dal verde piu’ acceso ai primi colori d’autunno.. il vento, il suono delle onde sulla scogliera.. un vero paradiso per gli amanti della wild life.

vista dalla scogliera, HowthNon e’ una passeggiata difficile, quindi e’ alla portata di tutti ed e’ perfetta per chiunque cercasse il suo momento di relax da passare da solo o in compagnia.

Personalmente pur essendo una meta poco comune io consiglio di metterla nella liste delle ‘cose da fare’ perche’ ne vale davvero la pena! 🙂

quindi se siete di passaggio per caso in Irlanda.. perche’ non fare una piccola tappa a Howth?:)

vi aspettiamo sempre qui noi!

2

a presto 🙂

 

Pubblicato in Non categorizzato

Discovering a Place so Far Away

So Far Away..

blog0

… or maybe not?

Vi starete chiedendo forse se questa e’ una foto presa da Internet.. beh, vi assicuro che non lo e’! 🙂

questo e’ un posto magico, quasi misterioso, da osservare in silenzio e lasciarsi trasportare da i suoni della natura.. le onde..il vento.. gli animali..

Questo e’ il tipico posto dove si puo’ trovare la pace dei sensi and enjoy the moment.

questo fantastico posto si trova esattamente nella west coast of Ireland, nei pressi della Galway Bay, ed e’ noto come Cliffs of Moher. Effettivamente il viaggio per arrivare li’ e’ molto lungo dal momento che si parla di 4 ore di traversata nel cuore dell’Irlanda.

beh ma facciamo un passo indietro. nonostante la meta sia lontana, arrivarci non e’ cosi’ complicato come sembra: basta solo recarsi nel tourism office in centro a Dublino, prendere il ticket e presentarsi il giorno stabilito all’orario stabilito. Dopo di che tutto quello che resta da fare e’ godersi il panorama.

durante il tragitto si possono ammirare i paesaggi d’Irlanda.. queste distese di verde infinite con tanto di pecore e cavalli. Ma una volta arrivati sul luogo la vista e’ davvero breathtaking!

Non c’e’ nient’altro che Natura..quella con la A maiuscola.

blog2

camminando lungo i sentieri si puo’ cogliere la pace che regna in questo luogo e una volta arrivati sul ciglio della scogliera non puoi far altro che sederti e goderti il panorama.

blog3

si puo’ passeggiare lungo la scogliera per chilometri gustandosi la vista di queste stupende scogliere della modica altezza di 200 metri, a strapiombo diretto sull’oceano. E per i piu’ coraggiosi., per provare una scarica di adrenalina provare a mettervi a pancia in giu’ e a guardare in basso… da brividi!!! so scary!!!

Personalmente credo che questo luogo sia uno dei piu’ belli mai visti prima d’ora nella mia vita.. e’ qualcosa di spettacolare che vale la pena davvero vedere quando si viaggia in Irlanda! non importa se ci sia bel tempo , pioggia, neve, grandine.. e’ un must di questo paese!

quindi se per caso vi trovaste qui di passaggio.. perche’ non fare una tappa sulle Cliffs of Moher?! 🙂

blog1

vi aspettiamo calorosamente! 🙂

ops.. non mi sono presentata: io sono Noemi, e ora faccio parte di questo team super dinamico e vi aspettiamo a braccia aperte per uno dei nostri tour!

alla prossima 🙂

Pubblicato in Non categorizzato

Erasmus o non erasmus? Questo e’ il dilemma!

Un antico proverbio cinese recita che chi torna da un viaggio non e’ mai la stessa persona che e’ partita, ed io condivido in pieno questo mood!

I viaggi solo se vissuti in pieno, e per cio’ intendo l'accantonare il modus vivendi dell' italiano medio con la sua macchinetta del caffe’, i suoi spaghetti al sugo e la domenica con partita che si ha nel DNA e.. trasformarsi in trottole umane con una cartina in mano, vestiti a cipolla, il bagaglio delle esperienze, sperimentazioni culinarie varie,

fanno crescere, maturare ed ad aprire la mente! C’e’ sempre qualcosa di nuovo da imparare…

The Spire

Lo “Spillone” e’ uno il migliore amico dei vari turisti a Dublino, si trova nel mezzo della strada principale della citta’, e’ un ottimo aiuto per chi ha poco senso senso dell’orientalmento!

14463308_10209967472204598_2664037794144422019_n

Se c’e’ il sole non si puo’ non andare in un parco e camminare per ore, fare amicizia con gli scoiattoli o i cervi e contemplare le foglie!!!!!

Tipo lo sapevate che mettendo l’attack nel frigo questa non si indurisce??? Io l’ho scoperto solo ieri! I miei coinquilini venezuelani mi hanno svelato questa chicca! Se lo avessi saputo prima avrei risparmiato migliaia di soldi spesi nell’acquisto di quella mini boccettina che ti salva la vita se hai la mia stessa grazia di un elefante ed hai rotto le bomboniere di tua madre mentre spolveravi ma vuoi che lei non se ne accorga MAI!
La mia avvenutra irlandese ha avuto inizio a fine agosto, quando ho scoperto di aver vinto la borsa di studio dell’Erasmus placement per svolgere un tirocinio e… ho subito acquistato il biglietto! Ed ora eccomi qui, nella verde, affascinante e fredda Dublino.

Consegnaii i documenti a Maggio e sapere di essere vincitrice mi ha caricato di moltissima energia positiva, non ci credevo molto, a dir la verita’ avevo alcuna speranza, ci sono talmente tanti studenti che presentano i vari moduli in segreteria che la percentuale di vincita e’ pari all’1% pero’ devo ringraziare la Dea Bendata per essersi ricordata di me questa volta 🙂
Non ha alcun senso essere ipocriti, non e’ tutto rose e fiori, soprattutto all’inizio! Soprattutto per chi come me proviene da una realta’ di una piccola citta’ calabrese ed ha studiato a Napoli, dove la vita tutto e’ tranne che cara!

Per quanto riguarda la parte noiosa cosiderei due aspetti: la questione burocratica dell’università. Tanti… troppi documenti da firmare, inviare e scannerizzare e rinviare e rifirmare, insomma ci siamo capiti :p !

Ed anche trovare una stanza, un saccappelo, una brandina o qualsiasi cosa pur di riposare almeno 8 ore al giorno!!!!

Un piccolo consiglio: se leggete vari post sui social in cui c’e’ scritto: A  Dublino e’ difficile trovare casa… bhe, non fate come me! Ma: CREDETECI!

In due mesi ho gia’ fatto tre traslochi! Pero’… poi basta camminare con il naso all’insu’ ed ammirare il cielo con le sue migliaia di sfumature, sentire il rumore delle foglie che si calpestano lungo i vialetti, ascoltare musica dal vivo per strada, bere una, due e perche’ no, anche tre buone birre e… cio’ che magari pochi secondi prima ti ha scoraggiato viene subito dimenticato!

Sto svolgendo un tirocinio per un`agenzia turistica e per tale motivo ho modo di spostarmi da Dublino e visitare vari posti della Verde isola, vi raccontero’ successivamente qualcosa…

Dopo ogni tour torno a casa sempre piu` meravigliata di come la natura possa essere cosi’ affascinante anche nella sua semplicita’, moltissimi territori irlandesi sono brulli ma cosi’ affascinanti da lasciarmi puntualmente senza parole, ed e’ una cosa molto difficile per la sottosritta 🙂 , di come un sorriso di uno sconoscuto o un semplice suggerimento dello stesso su cosa mangiare ti possa illuminare la giornata, di come sedersi su una panchina e riflettere su come non ricordi le parole in italiano e ti vengono in mente solo in inglese, su come sono inutili vari oggetti che ti sei portata in valigia perche’ tutto il mondo e’ paese…

e’ li’ che capisci veramente che non esiste una vera casa, casa e’ dove stai bene con te stesso! Casa e’ dove hai il sorriso, casa e’ dove sa che deve esplorare perche’ c’e’ sempre uno scorcio nuovo da fotagrafare, un fiore da annusare ed un pezzo di torta da assaggiare!

14485050_10210037737761193_1588212978483090976_n

Metti una qualunque a St. Stephen Green, metti un po’ di sole, metti una macchina fotografica et voila’! Amore a prima vista fu!

Pubblicato in Non categorizzato

Viaggio attraverso la valle celtica di Boyne

 

Ciao a tutti! Sono Monica e oggi voglio raccontarvi del tour a cui ho partecipato, un viaggio nella tradizione celtica che caratterizza la meravigliosa Irlanda.

Partiti in perfetto orario alle 8, la prima tappa del  tour è stata la collina di Tara.

La guida, Joseph, si è subito dimostrata divertente e disponibile e ha subito cercato di coinvolgerci .

La collina di Tara, situata nella contea di Meath poco lontano da Dublino è stata per me una sorpresa a dir poco magnifica per l’atmosfera suggestiva che trasmetteva. Essa, infatti, è stata un luogo molto importante per la storia dell’Irlanda in quanto qui i re dovevano dare prova di essere stati scelti dagli dei.

Le leggende celtiche ad essa legate illustrateci in modo esauriente da Joseph, il meraviglioso paesaggio sulle valli irlandesi e iI sole splendente hanno reso questa tappa molto impressionante non solo visivamente ma soprattutto emotivamente.

La sensazione di pace che ho provato in quel luogo rimarrà sicuramente per me indimenticabile!

 

IMAG0147

 

Ripartiti, viaggiando sempre in mezzo all’immensa e splendida distesa di verde tipicamente  irlandese, abbiamo raggiunto in breve tempo Loughcrew, un luogo di tombe  megalitiche risalenti al 3500\ 3300 AC.

Arrivati alla cima di una collina, abbiamo avuto la possibilità di visitare una  tomba contenente disegni celtici scolpiti e Joseph ci ha permesso di passare singolarmente cinque minuti al suo interno, dandoci quindi la possibilità di assaporare con la massima calma la tradizione celtica che si respirava in quel luogo.

Che magnifica sensazione!

Prima della pausa pranzo, abbiamo raggiunto il Castello di Trim, il piu grande castello irlandese in assoluto tra i 3000 presenti nel paese. Una guida all’interno del castello ci ha poi mostrato alcune armi medievali, permettendoci anche di toccarle a nostro piacimento.

 In quel momento non ho potuto fare a meno di pensare a Re Artù!

Dopo averci indicato alcuni luoghi dove poter pranzare, Joseph ci ha lasciato un’ora di pausa durante la quale un caffè caldo è stato assolutamente d’obbligo!

La tappa successiva è stata Bective Abbey, un’abbazia risalente al dodicesimo secolo;  Questa tappa è stata aggiunta al programma iniziale ma ritengo che sia un luogo che merita assolutamente di essere esplorato.

 

Abbiamo visitato le ultime due tappe quando ormai era già buio, ma nonostante ciò, grazie alla torcia che Joseph portava sempre con sè, siamo comunque riusciti a cogliere tutto ciò che ci era attorno.

Monasterboice  è un magnifico sito monastico situato poco a nord della cittadina di Drogheda che la caduta di qualche fiocco di neve ha reso ancora più suggestivo mentre l’ultima tappa del tour è stata proprio la città di Drogheda.

Per quest’ultima tappa Joseph ci ha lasciato un’ora consigliandoci in particolare di soffermarci sulla chiesa d San Pietro, una chiesa all’interno della quale si trovano le reliquie di Oliver Plunkett per poi poterci dedicare magari a un po’ di shopping nel centro commerciale situato davanti ad essa o nei negozi presenti nelle vicinanze.

Siamo giunti a Dublino alle 19.00 dopo una fantastica giornata ricca di paesaggi indimenticabili, castelli e chiese mozzafiato che consiglio a tutti di visitare almeno una volta nella propria vita!

Pubblicato in Non categorizzato

Delia va’ a Belfast con Shane

Ciao a tutti!

Siamo all’ultimo capitolo “Delia in tour”, sono partita con tutti i Day Tours di Irish Day Tours..

L’ultimo e’ stato quello di Belfast e Irlanda del Nord, uno dei piu’ interessanti dal punto di vista storico tra l’altro!

Siamo partiti alle 8 da Suffulk Street, come sempre e l’autobus era pieno di turisti provenienti da mezzo mondo!! Si vede che siamo ad agosto…anche la citta’ ne e’ piena!! 🙂

Prima tappa, dopo la stazione di servizio per il consueto “Coffe Stop”, e’ stata Belfast, la capitale.

Shane, il nostro autista, si e’ fermato davanti al Museo del Titanic, si proprio lui! E’ proprio qui che fu costruito! ( io non lo sapevo!, una delle prove che viaggiando si impara ;))

20150811_104550

 

Ci ha lasciato una mezz’oretta per esplorare un po’…la visita al museo non e’ inclusa, ma volendo si puo’ fare!

Ci ha cosi guidati fino al PEACE WALL, il muro della pace, iniziato a costruire nel 1969, durante i “Troubles”, il conflitto nordirlandese, terminato negli anni ’90 e che ha causato oltre 3000 morti…

20150811_112554

 Ed ovviamente Shane ci ha raccontato storia ed aneddoti.

Sul muro non ci sono soltanto graffiti inerenti quella guerra, ma a tante altre guerre, civili e non, intorno al mondo e a diversi gruppi terroristici.

In realta’ io credevo che fosse piu’ lungo ed imponente, tipo il Muro di Berlino, davanti al quale sono rimasta quasi pietrificata…resta pero’ uno dei simboli della Belfast contemporanea e nelle zone circostanti puoi ancora percepire la tensione di un tempo…

20150811_114351

Dopodiche’ siamo entrati nel Museo Repubblicano, dedicato ai prigionieri dell’I.R.A. 

Il museo e’ piccolo, ma gli oggetti esposti hanno una tale forza narrativa che e’ impossibile da dimenicare..

Ci sono foto dei detenuti, le armi che usavano, articoli di giornale, le porte delle celle, le radio, le divise e tutti gli oggetti di artigianato che i reclusi fabbricavano con il legno e la pelle..

20150811_120155

 

 

20150811_115404

20150811_115110

IMPRESSIONANTE!

In un’altra stanza, poi, e’ stata ricreata una tipica cella femminile, con dentro tutti gli oggetti quotidiani delle ragazze ed alcune foto…li’ ho perso davvero la cognizione del tempo ed una ragazza e’ venuta a chiamarmi perche’ stavano aspettando tutti me…

20150811_120621

Mi sono soffermata a leggere le lettere.. ed ho provato profonda stima per queste donne che hanno creduto fermamente in questa causa, tanto da morire per essa…

20150811_120632

E dunque mi sono chiesta: ma noi giovani, oggi, in cosa crediamo? Crediamo ancora in qualcosa????

Siamo cosi ripartiti alla volta del centro citta’.

Shane ha parcheggiato vicino la City Hall e ci ha lasciato un’ora e mezza di liberta’, per pranzare e fare un giro.

20150811_124344

Io ho mangiato il mio sandwich proprio nel giardino di questo impressionante palazzo e poi sono andata verso la Opera House, che e’ l’edificio piu’ bello della citta’ a mio avviso!

20150811_132508

 

Alle 14:30 siamo ripartiti alla volta della dcittadina di Downpatrick dove, nel cimitero della cattedrale e’ sepolto il Santo Patrono d’Irlanda: SAN PATRIZIO.

Ci siamo cosi avvicinati alla sua tomba e Shane ci ha raccontato tutta la sua storia…devo dire che era davvero bravo nelle spiegazioni!

20150811_152114

 

Dopodiche’ ci siamo spostati al Saint Patrick Center, dove abbiamo guardato un cortrometraggio sempre relativo alla vita del Santo ed ai pellegrinaggi che gli Irlandesi organizzano tutti gli anni. (Tra l’altro anche noi organizziamo un tour chiamato “Saint Patrick Camino“!)

20150811_153911

 

E siamo arrivati cosi alla parte piu’ divertente della giornata!

Dopo esserci fermati al Castello di Dundrum ed avver ammirato la visuale dall’alto delle sue torri, siamo partiti alla volta delle Moune Moumtains…

20150811_162442

 

20150811_162629

 

Perche’ divertente?

Perche’ ad un certo punto ci siamo fermati e shane ha uscito una busta di mele, le ha fatte a pezzetti e magicamente sono apparse delle caprette per mangiarle!! Troppo forte! Del resto in Irlanda ci sono piu’ capi di bestiame che persone, quindi e’ piu’ facile incotrare loro piuttosto che altri umani! 🙂

20150811_171834

 

Per non parlare poi dei meravigliosi paesaggi di montagna…

20150811_171327

 

Che dire di piu’?

Ringrazio con tutto il cuore questa meravigliosa azienda dove ho avuto l’onore di svolgere il mio progetto.

Non potro’ mai dimenticare i miei fantastici colleghi e le fantastiche esperienze vissute insieme, i barbecue soprattutto! 

Oltre alla possibilita’ di girare in lungo ed in largo l’Irlanda, senza spendere un solo centesimo!

Thanks again Extreme Ireland!

E grazie anche a voi lettori, ovviamente!!

20150811_124344

20150811_124344

20150811_124344

20150811_124344

20150811_124344

Pubblicato in Non categorizzato

Una giornata attraverso distillerie ed un castello ancora abitato

Ciao ragazzi!

Siamo al penultimo Day Tour…

Martedi scorso alle 8:30 sono partita con Darren e 2 coppie di americani alla volta del tour “WHISKY E CASTELLI”!

Darren e’ una guida giovane, e quando gli ho detto che sono italiana mi ha detto che ha un nonno italiano, emigrato qui negli anni ’20, perche’ antifascista…spero di incontrarlo!

E’ un tour nuovo, e’ partito qualche mese fa, e per questo non molto gettonato, ma vi assicuro che ne vale davvero la pena farlo!

Ti immerge nella centenaria cultura del whisky irlandese ed in piu’ ti da’ la possibilita’ di visitare un castello ancora abitato.. il BIRR CASTLE!

Intorno alle 10:00 siamo arrivati alla TULLAMORE DEW, l’antica distilleria dell’omonimo whiskey, sotto un cielo pieno di nuvole e la caratteristica pioggerellina irlandese.

20150721_115340

 

Ci siamo seduti al bar a chiacchierare un po’, mentre aspettavamo la nostra guida, che bella compagnia!

20150721_103913

Dopo una decina di minuti e’ arrivata una ragazza sulla ventina, biondissima ed un po’ in carne, molto preparata e simpatica

Il tour consiste nella visione di video, come la Guinness Storehouse ed il Museo del Whiskey a Dublino, con i suoi commenti e racconti sempre molto interesanti ed esaustivi.

20150721_110912

Devo dire che e’ stato un giro molto rilassante, ma divertente, che e’ terminato con una degustazione, ovviamente!

20150721_112103

Ci siamo seduti intorno ad un grande tavolo con sgabelli, tipicamente Irish style, e ci hanno messo davanti 3 cicchetti di whisky, su di una tovaglietta di carta, e quando alzavi il bicchiere, sotto c’erano scritti gli aromi (il retrogusto) di quel whiskey! 

20150721_113242

 

Tra l’altro il secondo era un whiskey che trovi solo in questo posto, hanno deciso di non venderlo ad di fuori dell’azienda, solo puoi assaggiarlo o comprarne una bottiglia qui! 🙂

Cosi abbiamo raggiunto Darren sull’autobus e siamo partiti alla volta del Castello di Birr!

Si tratta di un castello medievale, ancora abitato dal Settimo Conte di Rosse e sua moglie, ed e’ per questo che non si possono fotografare gli interni…

20150721_124745

 

La nostra guida, un’altra ragazza bionda, ci ha mostrato le diverse stanze, raccontandoci storie e leggende della famiglia con tanta passione, che non potevi fare a meno di ascoltarla! Davvero brava!

Devo dire che ho visitato diversi castelli durante i miei viaggi, ma non ho mai visto niente del genere! Interni curatissimi, la biblioteca piena di libri e fotografie di famiglia, la stanza della musica, con un’arpa celtica antichissima in esposizione, ed il salotto con una magnifica collezione di ventagli e porcellane e con porte segrete, ovviamente!

Dicono che si e’ fortunati e’ il Conte in persona a condurre il tour!

Per non parlare dei pluripremiati giardini e terreni circostanti, dove io ho deciso di mangiare il mio pranzo a sacco in totale relax!

20150721_134544

Qui potete ammirare anche il  GRANDE TELESCOPIO fatto costruire dal Terzo Conte di Rosse, e completato dopo 2 anni di lavori nel 1845!

20150721_133644

 

Per non dimenticare l’ Esposizione di Scienze che include schizzi di galassie e pianeti del XIX secolo, quando gli astronomi arrivavano qui da tutto il mondo ad ammirare il cielo!

Cosi, dopo un paio d’ore, siamo risaliti a bordo del bus, alla volta della DISTILLERIA DI KILBEGGAN!

Si tratta della piu’ antica distilleria autorizata di whisky nel mondo, nel lontano 1757!

20150721_160720

 

Alla reception ci hanno dato una mappa dell’edificio ed un libretto con la descrizione dei vari ambienti, per un tour autogestito, che abbiamo fatto tutti insieme.

E’ un posto meraviglioso! dove respiri davvero la storia, attraverso i vecchi congegni cigolanti ancora in funzione, vecchie botti e l’odore di whisky, ovviamente!

20150721_160639

Per non parlare del vecchio mulino ad acqua ancora funzionante all’esterno!

20150721_155346

E’ bello vedere come queste aziende abbiano mantenuto i vecchi sistemi di produzione come memoria e creato un museo…del resto non siamo niente senza il nostro passato!

20150721_160639

20150721_160639

 Il nostro giro si e’ concluso con l’ultimo assaggio della giornata di questa secolare bevanda!

20150721_161916

 

Che dire? Ho visto posti che torneranno sempre nella mia mente quando pensero’ all’ Irlanda! 20150721_160639

 

 

Ci vediamo la prossima settimana con il tour di Belfast, la capitale dell’ Irlanda del Nord, che pero’ e’ inglese!

Ciaooo
20150721_160639

Pubblicato in Non categorizzato

Un giorno verso Sud con Delia

Ed eccomi di nuovo qui dopo una settimana di pausa dai tour!

Ieri mattina, solita sveglia all’alba e partenza alle 7 da Suffolk Street con Mac (fantastica guida!)

Direzione…Cork e Castello di Blarney!

Dopo una pausa caffe’ in una stazione di servizio (io ne avevo proprio bisogno!) siamo arrivati a Cashel , in Tipperary, verso le 10 per visitare la famosa Roccia di Cashel.

E’ uno sei siti archeologici piu’ famosi d’Irlanda,  il sito storico piu’ visitato dell’ isola ed una delle 7 Meraviglie d’Irlanda!

E non e’ cosi difficile capirne il perche’: e’ grandissimo e conservato davvero bene!

Ed e’ un posto dove respire la storia, dove ti senti parte di essa…

 20150625_093203

 

Secondo la mitologia locale, la Roccia di Cashel si e’ originata nel Devil’s Bit, una montagna  30 km a Nord di Cashel dove San Patrizio scaccio il demonio da una grotta. E’ inoltre ritenuta essere stat ail luogo della conversione del Re di Munster da parte di San Patrizio nel V secolo.

 20150625_092132

 

Mac, la nostra fantastica guida, ci ha dato un’ora di tempo per esplorare l’Atrio dei Vicari, la Cattedrale Celtica, la Torre Rotonda ed i campi circostanti pieni di antiche croci celtiche!

20150625_092931

L’antichissima abitudine, diffusa ovunque in Irlanda, di ricavare le tombe tra le rovine delle antiche chiese (o addirittura all’interno), in un ordine apparentemente casuale, pare sia durata a Cashel fino al 1984 circa. 

E c’e’ anche uno degli affreschi Romanici piu’ antichi d’Irlanda!

Per circa quattrocento anni la rocca contese a Tara la posizione di centro di potere in Irlanda, e’ stata la sede del potere del Re di Munster ed e’ stata una fortezza fino alla conquista Anglo-Normanna.

 20150625_092533

Per me e’ stato il meglio della giornata! Forse perche’ non pioveva ancora…

Cosi siamo ripartiti per raggiungere  un altro dei castelli piu’ famosi dell’isola: il Castello di Blanrey!

20150625_120447

Un’ imponente roccaforte medievale, nella Contea di Cork, ed il sito storico piu’ affollato che abbia vito gironzolando per l’Irlanda!! Era pieno di gentein fila per baciare la sua famosa PIETRA DELL’ELOQUENZA. Non c’e’ mai stata una pietra piu’ baciata nella storia dell’umanita’!! Da centinaia di anni politici, scrittori ed attori arrivano al castello  e si calano a testa in giu’ per baciarla!

Molte sono le speculazioni e leggende sulla provenienza della pietra, anche se quella che più piace alla popolazione è quella che la ricondurrebbe all’antica “Lia Fail”, ovvero la pietra dove si sedevano i Re Supremi d’ Irlanda al momento dell’incoronazione.

20150625_123717

 

 

Ma la cosa piu’ sorprenente e’ sta la visuale dalla tu=orre sui meravigliosi ed infiniti giardini (curatissimi!) che circondano il castello!

20150625_121127

SPETTACOLARI!

Ed io e le altre 2 tirocinanti che erano con me in tour, abbiamo approfittato per fare pausa pranzo proprio li! Circondate dai corvi, tra l’altro, che aspettavano che finissimo per fiondarsi sulle nostre briciole!! 🙂

20150625_125325

 

 

Cosi alle 14 siamo per l’ultima tappa: Cork!

Data l’influenza culturale della città, Cork è talvolta chiamata La capitale del sud ed è anche stata Capitale Europea della Cultura nel 2005 ed, inoltre, qui c’e’ uno dei porti naturali piu’ grandi del mondo, e forse per questo il suo motto e’: “Statio Bene Fida Carinis” (“Un porto sicuro per le navi”).

20150625_143953

E’ carinissima, a me e’ sembrata una piccola Dublino, soprattutto slle sponde del fume Lee… Io ed Alexis abbiamo fatto una bella passeggiata fotografica per le vie del centro, mentre Mac accompagnava il gruppo alla Chiesa di Sant’Anna,dove per 5€ si possono suonare le campane di Shandon..

20150625_143548

Dopo un paio d’ore avevamo appuntamento al pullman per ripartire per Dublino, dopo questa fantastica giornata!

Io amo questo lavoro!!! Grazie ad Irish Day Tours sto avendo la possibilita’ di scoprire questa meravigliosa isola ed la sua cultura e per una come me che ha studiato antropologia, questo e’ il massimo!!! 🙂

Mi sento davvero fortunata!

Per il momento e’ tutto… alla prossima avventura!

Delia

 

Pubblicato in Non categorizzato
Book Now
Book Now
Loading...